FISIOTERAPIA

Come respirare

28 Giugno 2017

Condividi

Come respirare: prendi un respiro profondo…espandi la pancia..pausa..sospira dolcemente contando fino a cinque…

Congratulazioni! Avete appena calmato i vostro sistema nervoso!

Controllare la respirazione come avete appena fatto è stato mostrato essere il metodo più effiacace per ridurre lo stress, diminuire le tensioni muscolari e alimentare il sistema immunitario.

Per secoli coloro che praticano yoga hanno utilizzato la respirazione controllata per promuovere la concentrazione e migliorare la vitalità. La scienza è solo agli inizi nel provare i reali benefici della respirazione controllata ma gli effetti su chi la pratica sono assolutamente indiscutibili e tangibili.

La nostra generazione, figlia dell’atteggiamento ”pancia in dentro petto in fuori” è tra le più colpite dalle patologie di collo e torace…un caso? Assolutamente no. La nostra mancanza di una respirazione corretta fa si che le tensioni muscolari cervicali e il diaframa stesso siano in perenne sforzo e soggetti a stanchezza.

La respirazione che ci è stata insegnata è a carico della muscolatura accessoria (trapezio e scaleni appunto) che non essendo primariamente deputata a questo scopo deve svoglere un “doppio lavoro” rimanendo spesso contratta e stanca a causa del troppo ed errato utilizzo.

la forma a “pramide” dei polmoni ci porta ad utilizzare primariamente la parte apicale ed a immagazzinare quindi meno aria con il singolo atto respiratorio, tutto ciò si concretizza in un numero eccessivo di atti respiratori a spese dei poveri muscoli accessori. E se invece…

E se invece respirassimo con la pancia, ovvero utilizzando la base dei polmoni,quella che contiene più volume di ossigeno? E se invece di utlizzare questi muscoli che non fanno altro che stancarsi non facendo la loro funzione utilizzassimo altri muscoli che permetterebbero di rilassare questa muscolatura accessoria?

E se invece facessimo meno atti respiratori, ma più profondi e lunghi tali da apportare la giusta quantità di ossigeno?

E’ tutto possibile, cambiare il proprio modo di respirare cambia notevolmente la qualità della vita e permette al nostro organismo di lavorare al meglio avendo a disposizione una maggiore quantità di ossigeno per le viali reazioni chimiche.

Se hai il tempo di imparare solo una tecnica prova questa!

Nella respirazione controllata l’obiettivo è di praticare cinque respiri al minuto, che si traduce generalmente in inalazione ed espirazione in 6 secondi. Se non hai mai praticato esercizi di respirazione prima, potresti dover lavorare lentamente a questa pratica, iniziando con l’inalazione ed espirando al numero di tre e lavorando fino a sei.

 

    Tag:
  • benessere
  • ,
  • respirare
  • ,
  • respirazione controllata
  • ,
  • rilassamento
  • ,
  • tecniche